copertina VIA POLA

Dragan Velikić


VIA POLA


Via Pula

Prefazione di Claudio Magris
Traduzione di Ljiljana Avirovi
ć


ISBN: 978-88-95538-25-9

schema caratteristiche del libro: numero di pagine e dimensioni

copertina piccolaVIA POLA ACQUISTA IL LIBRO
€ 15,00
Prezzo online scontato del 15%
aggiungi al carrello   € 12,80

In copertina:
Alois Beer, Imbarcazioni ormeggiate al molo di Pola, 1903
© Archivio Alinari



VAI ALL'ELENCO DEI LIBRI

La luna naviga sul fondo dell’abisso, sull’acqua ondeggiante della peschiera. Bruno segue la traccia argentea, preso nella sua stessa trappola, perché lui è insieme il cacciatore e la preda.

«La città delle ombre apre il suo cuore pietroso.» Siamo a Pola, crocevia di popoli e culture differenti, la “Siberia marittima” come ebbe a definirla James Joyce, che la elesse a momentaneo e sofferto esilio, e che appare tra i protagonisti di questo straordinario romanzo. In un vorticare di personaggi illustri e sconosciuti, reali e immaginari, costruttori folli e scrittori visionari, prostitute e psicopatici, si staglia, nella sua allucinata nitidezza, la figura di Bruno Gašparini, neuropsichiatra e memoria storica della città. Le confessioni dei suoi pazienti lo trascinano via via in un abisso di sogni malati, fino a farlo sprofondare nel gorgo di un’ossessione necrofila. A imprigionarlo come in una ragnatela è il fascino cupo di una Pola – scrive Claudio Magris nella sua Prefazione – «essenzialmente balcanica, lontanissima da quella della letteratura istriana italiana, in cui l’Adriatico è un soffio di gentilezza veneta».

Dragan Velikić (1953), nato a Belgrado e cresciuto a Pola, è una delle voci più intense e geniali della letteratura mitteleuropea contemporanea. Via Pola, il suo primo romanzo tradotto in italiano, gli è valso il premio Miloš Crnjanski e lo ha consacrato come scrittore di talento.